LE RAGIONI DELLA CONTESTAZIONE E DELLA PRESA DEL PALCO DEL PRIMO MAGGIO A BERGAMO

Al Corteo del Primo Maggio a Bergamo dietro lo striscione “Solo la lotta ci rappresenta” eravamo uniti precari, studenti, lavoratori e attivisti dei sindacati di base. Lo spezzone dell’opposizione sociale intendeva unire le lotte reali sul lavoro, sulla casa e per i diritti che sono sorte sul territorio di Bergamo.

Vogliamo fermare il Jobs Act che estende precarietà ed elimina ulteriori tutele.
Chiediamo il ritiro del Piano Casa che colpisce chi rivendica il diritto all’abitare, prosegue nella svendita del patrimonio pubblico senza risolvere l’emergenza abitativa.
Denunciamo l’Accordo sulla rappresentanza tra Confindustria e CGIL-CISL-UIL che vuole eliminare le lotte Continue reading